Vitamina B1: Scopri I Benefici [Guida Completa]

Pubblicato in   Integratori   il  Giugno 5, 2024 by  Angelo Sorbello,  0

Sapevi che la vitamina B1 può sollevarti il morale? Tuttavia, questo è solo uno dei tanti benefici che può apportare al tuo organismo. In questo articolo, esploreremo insieme tutti i motivi per cui dovresti iniziare ad assumerla come integratore alimentare.

Cos’è e a cosa serve la vitamina B1

La vitamina B1, anche nota come tiamina, è una vitamina idrosolubile. Ciò vuol dire che non può essere accumulata nell’organismo e deve essere regolarmente assunta attraverso una dieta equilibrata.

Scoperta all’inizio del XX secolo, la vitamina B1 gioca un ruolo cruciale nella conversione dei carboidrati in energia e partecipa alla sintesi di neurotrasmettitori vitali per la comunicazione tra i nervi. 

Inoltre, le viene dato il soprannome “vitamina del morale” per la sua capacità di alleviare i sintomi depressivi [1].

Fonti di vitamina B1

La vitamina B1 si può trovare sia in alimenti vegetali che animali. In particolare, quelli più ricchi di questo nutriente sono:

  • germe di grano (circa 1,882 mg ogni 100 grammi),
  • semi di girasole (circa 1,48 mg ogni 100 grammi),
  • carne di maiale (circa 0,9-1,1 mg ogni 100 grammi),
  • noci di macadamia (circa 0,71 mg ogni 100 grammi),
  • pane integrale (circa 0,55 mg ogni 100 grammi),
  • piselli (circa 0,45 mg ogni 100 grammi),
  • fiocchi d’avena (circa 0,46 mg ogni 100 grammi),
  • fagioli cotti (circa 0,21 mg ogni 100 grammi),
  • arance (circa 0,10 mg ogni 100 grammi),
  • spinaci cotti (circa 0,10 mg ogni 100 grammi),
  • riso integrale (circa 0,12 mg ogni 100 grammi).

Tuttavia, in caso di carenze alimentari o altre esigenze individuali, i medici consigliano di assumere integratori alimentari. 

Puoi acquistare questi prodotti, formulati in compresse o capsule, in farmacia, parafarmacia oppure online senza prescrizione medica. 

Carenza di vitamina B1: cause e patologie associate

La carenza di vitamina B1 può derivare da una dieta inadeguata o da un aumento del fabbisogno per l’età. Tuttavia, questa condizione è più comune nelle persone che vivono con determinate condizioni mediche, quali la malattia di Chron, l’anoressia, l’alcolismo e l’AIDS.

La carenza di vitamina B1 si può riconoscere da alcuni sintomi generali, come l’affaticamento, l’irritabilità, la perdita di appetito e la debolezza muscolare. In casi più gravi, può causare patologie, come il beriberi e la sindrome di Wernicke-Korsakoff.

Esistono due forme principali di beriberi [2]: il beriberi secco e il beriberi umido. Il primo colpisce principalmente il sistema nervoso e si manifesta con neuropatia periferica, atrofia muscolare e difficoltà a camminare. Il secondo invece riguarda il sistema cardiovascolare e presenta sintomi come insufficienza cardiaca congestizia, edema degli arti inferiori e tachicardia.

La sindrome di Wernicke-Korsakoff [3] è una condizione neurologica grave, anch’essa distinguibile in due forme: l’encefalopatia di Wernicke, caratterizzata da confusione mentale e perdita di coordinazione, e la psicosi di Korsakoff, caratterizzata da perdita di memoria e disorientamento. Quet’ultima spesso deriva dalla mancata gestione tempestiva dell’encefalopatia di Wernicke

Eccesso di vitamina B1

Un eccesso di vitamina B1 è raro poiché il corpo è in grado di regolare efficacemente i livelli di questa vitamina attraverso l’eliminazione delle quantità in eccesso attraverso l’urina. 

Tuttavia, quando si presenta, si può riconoscere da disturbi gastrointestinali, come nausea e diarrea, e in rari casi, reazioni allergiche o interferenze con farmaci.

Proprietà e benefici della vitamina B1

La vitamina B1 è celebre per i suoi molteplici benefici sul funzionamento del corpo umano. Esploriamo insieme le principali funzioni che essa supporta.

Fortifica il sistema immunitario

Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, la vitamina B1 svolge un ruolo importante nel supporto del sistema immunitario [4]. 

Fa bene al cuore

Alcuni studi suggeriscono che l’assunzione di vitamina B1 possa diminuire il rischio di ipertensione e di insufficienza cardiaca e di mortalità cardiovascolare, soprattutto negli uomini anziani, negli individui in sovrappeso, nei fumatori, nei bevitori e nei pazienti con dislipidemia [5].

Mantiene sano il sistema nervoso

La vitamina B1 facilita la trasmissione degli impulsi nervosi e contribuisce alla salute dei nervi periferici e del sistema nervoso centrale. Per questo, essa è ritenuta essenziale per il corretto funzionamento del sistema nervoso [6].

Protegge dalle patologie neurodegenerative

Alcune ricerche suggeriscono che la vitamina B1 possa essere efficace contro le patologie neurodegenerative, come la demenza senile, l’Alzheimer e il morbo di Parkinson [7].

Migliora l’umore

Gli integratori di vitamina B possono ridurre il rischio di depressione e ansia e mitigare i sintomi associati a questa condizione [8].

Previene le malattie oculari

La vitamina B1 può supportare la salute degli occhi, grazie alla sua capacità di prevenire i danni cellulari causati dai radicali liberi. Alcuni studi suggeriscono che gli integratori di vitamina B1 possano ridurre lo sviluppo della cataratta [9] e della retinopatia diabetica, una condizione che si verifica nelle persone con diabete  e che può portare la cecità [10].

Come la vitamina B1 può migliorare la tua salute

Per ottenere tutti i benefici promessi dalla vitamina B1, dovresti assicurarti di seguire queste linee guida.

  • Assumi alimenti ricchi di vitamina B1, come cereali integrali, carne magra, pesce, noci, semi e legumi, nelle dosi giornaliere raccomandate.
  • In caso di specifiche condizioni mediche o eventuali difficoltà a ottenere abbastanza vitamina B1 dalla dieta, puoi valutare di prendere integratori alimentari specifici sotto la supervisione di un professionista sanitario. 
  • Segui le dosi raccomandate degli integratori ed evita di assumere dosaggi eccessivi visto che un eccesso di vitamina B1, pur essendo raro, può avere effetti negativi sulla salute. 
  • Per ottimizzare l’assorbimento della vitamina B1, è consigliabile consumare cibi freschi, evitare il consumo eccessivo di alcol e mantenere uno stile di vita sano e attivo.

Dosi e modo d’uso

La dose raccomandata di vitamina B1 varia a seconda dell’età e del sesso [11].

Per i neonati fino ai 6 mesi di età, l’assunzione giornaliera raccomandata è di circa 0,2 milligrammi. 

Nei bambini da 7 a 12 mesi, la dose aumenta leggermente a circa 0,3 milligrammi al giorno. 

Dai 1 ai 3 anni, si consiglia un’assunzione di circa 0,5 milligrammi al giorno, mentre dai 4 agli 8 anni la dose raccomandata è di circa 0,6 milligrammi giornalieri. 

Per i bambini e gli adolescenti dai 9 ai 13 anni, l’assunzione giornaliera raccomandata aumenta a circa 0,9 milligrammi. 

Infine, per gli individui di 14 anni o più, la dose si ferma a circa 1,2 milligrammi al giorno, eccetto nel caso di allattamento, dove si arriva a 1,4 milligrammi. 

Se si decide di assumere integratori, è importante consultare un professionista sanitario per determinare la quantità necessaria per arrivare al dosaggio raccomandato.

Effetti collaterali e controindicazioni della vitamina B1

L’assunzione di integratori di vitamina b1 può presentare alcuni effetti collaterali e controindicazioni. Scopriamo insieme di quali si tratta

Effetti collaterali della vitamina B1

Gli effetti collaterali più comuni per la vitamina B1 sono [12]:

  • nausea,
  • diarrea,
  • crampi addominali.

In rari casi, la vitamina b1 può anche provocare una reazione allergica grave, che si manifesta con:

  • improvviso gonfiore delle labbra, della bocca, della gola o della lingua,
  • respirazione molto rapida o difficoltosa, con sensazione di mancanza d’aria o soffocamento,
  • difficoltà a deglutire o sensazione di costrizione della gola,
  • alterazioni del colore della pelle, lingua o labbra, che possono diventare bluastre, grigie o pallide,
  • improvvisa confusione mentale, sonnolenza estrema o stato di stordimento,
  • perdita di conoscenza o incapacità di essere svegliati,
  • nei bambini, fare attenzione anche a debolezza, mancanza di reattività ed eventuale difficoltà a mantenere la testa eretta o a concentrarsi.

Controindicazioni della vitamina B1

La vitamina B1 è generalmente considerata sicura quando assunta secondo le dosi raccomandate. Tuttavia, ci sono alcune situazioni in cui si consiglia di prendere precauzioni. 

Le persone con allergie alla vitamina B1 o ad altri ingredienti presenti negli integratori vitaminici dovrebbero evitarne l’assunzione. 

Inoltre, la vitamina B1 può interagire con alcuni farmaci, come la levodopa utilizzata per il morbo di Parkinson, per cui si consiglia sempre di consultare un medico prima di iniziare ad assumerla.

Conclusione: perché dovresti provare la vitamina B1

In questo articolo, abbiamo visto che la vitamina B1 svolge un ruolo cruciale nel supportare il corretto funzionamento del sistema nervoso, metabolizzare gli alimenti per l’energia ed evitare patologie gravi come il beriberi e la sindrome di Wernicke-Korsakoff. 

Nutrasmart offre una vasta gamma di integratori di vitamina B1 e altri nutrienti essenziali per aiutare a soddisfare le necessità quotidiane di questo nutriente. 

Dai uno sguardo alla nostra selezione di prodotti e non esitare a contattarci per ulteriori informazioni

Domande frequenti

Quali sono i sintomi della carenza di vitamina B1?

I sintomi più comuni della carenza di vitamina B1 sono affaticamento, debolezza muscolare, perdita di appetito, disturbi del sonno e problemi neurologici come confusione mentale e perdita di memoria.

Cosa succede se si ha troppa vitamina B1?

Un eccesso di vitamina B1 è raro, ma può causare disturbi gastrointestinali come nausea e diarrea. In alcuni casi, dosi elevate possono provocare reazioni allergiche o interferire con l’efficacia di alcuni farmaci. È importante seguire le dosi raccomandate per evitare complicazioni.

In quale frutto si trova la vitamina B1?

La vitamina B1 si trova in maggiori quantità nella frutta secca: le noci ne contengono 0,7 mg e le nocciole 0,5 mg per 100 g. Tuttavia, puoi trovare tracce di vitamina B1 anche in altri frutti, come il melone, che ne contiene 0,05 mg per 100 g.

Fonti

[1] https://www.webmd.com/vitamins-and-supplements/health-benefits-of-vitamin-b-1

[2] https://medlineplus.gov/ency/article/000339.htm
[3] https://www.ninds.nih.gov/health-information/disorders/wernicke-korsakoff-syndrome

[4] https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0378512216302997 

[5] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC10502219/

[6] https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/4029224/

[7] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4846521/ 

[8] https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0378512216302997/ 

[9] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC9739297/

[10] https://www.reviewofophthalmology.com/article/vitamin-b1-may-offer-diabetic-retinopathy-treatment#:~:text=Researchers%20in%20Germany%20and%20at,retinopathy%20in%20an%20animal%20model/ 

[11] https://ods.od.nih.gov/factsheets/Thiamin-HealthProfessional/ 

[12] https://www.nhs.uk/medicines/thiamine-vitamin-b1/side-effects-of-thiamine/

Da sempre mi ha appassionato il tema di come poter massimizzare le proprie performance a lavoro e durante gli allenamenti. Dopo la laurea in economia all'Università Bocconi di Milano ho lanciato due aziende che sono in seguito state acquisite. Le imprese ho gestito e fondato sono apparse su Corriere della Sera, Newsweek, Business Insider tra gli altri. Oltre ad essere un imprenditore mi alleno tutti i giorni della settimana e partecipo di frequente a competizioni atletiche. Per questo ho fondato Nutrasmart, con l'obiettivo di essere il brand di riferimento in Italia su come massimizzare le proprie performance fisiche e mentali e migliorare tutti gli aspetti della propria vita quotidiana.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Scopri i Nostri Integratori

100% Naturali - Qualità Italiana 

Nutrasmart offre una vasta gamma di integratori di alta qualità a prezzi convenienti. Scopri le opzioni disponibili!